CAMPAGNA DI VACCINAZIONE ANTI COVID-19 - Comune di Arcore (MB)

archivio notizie - Comune di Arcore (MB)

CAMPAGNA DI VACCINAZIONE ANTI COVID-19

 

Informazioni utili 

 

Piano di vaccinazione anti Covid-19 di Regione Lombardia

 

A partire dal 10 maggio 2021 anche i cittadini appartenenti alla fascia di età 50 - 59 anni potranno prenotare la somministrazione del vaccino anti Covid-19 attraverso il portale dedicato.

 

Chi rientra in tale categoria può prenotare l’appuntamento per il vaccino attraverso la piattaforma dedicata.

 

 

Per saperne di più

Guida informativa Scarica la guida informativa per prenotare il tuo appuntamento online

videotutorial vaccinazioni Guarda il videotutorial come prenotare online il vaccino anti Covid-19

FAQ vaccinazioni Domande? Consulta le FAQ

 

 

PIANO DI VACCINAZIONE 

Fasi della campagna 

 

La campagna di vaccinazione massiva ha l’obiettivo di vaccinare il maggior numero di persone nel più breve tempo possibile:

  • in coerenza con le linee guida del Ministero della Salute e le priorità del piano vaccinale della Lombardia
  • garantendo accessibilità e sicurezza a tutte le categorie
  • assicurando il più possibile la normale attività delle strutture sanitarie
     

VACCINAZIONI IN CORSO

 

Nella prima fase la campagna di vaccinazione ha coinvolto: 

  • gli operatori sanitari e sociosanitari, che hanno un rischio più elevato di essere esposti all'infezione da COVID-19 e di trasmetterla ai propri pazienti;
  • gli ospiti delle RSA, soggetti ad alto rischio di malattia grave a causa dell’età̀ avanzata e della presenza di molteplici comorbidità.

Questa fase è in via di completamento.

 

Il 10 febbraio è partita invece la fase rivolta alle categorie sanitarie rimaste escluse nella fase 1 (Farmacisti, Odontoiatri, Medici veterinari, Professioni Infermieristiche, Professione Ostetrica, Psicologi, Biologi, ecc.)

 

Per i cittadini con età superiore agli 80 anni, la piattaforma di adesione è attiva dal 15 febbraio (i soggetti da vaccinare appartenenti a questa categoria sono circa 730.000). La campagna vaccinale per questa categoria proseguirà anche nei prossimi mesi.

 

Grazie all'arrivo dei nuovi vaccini (AstraZeneca), la campagna vaccinale è stata attivata anche per le Forze dell’Ordine, il personale scolastico docente e non docente e il personale dei servizi essenziali.

 

Gli elenchi del personale che ne ha diritto sono forniti dai Ministeri competenti.

A partire dal 18 marzo 2021 i cittadini “estremamente vulnerabili”, individuati dal Ministero della salute con le Raccomandazioni ad interim sui gruppi target della vaccinazione anti-SARS-CoV-2/COVID-19, che sono in carico e seguiti dai Centri di riferimento specialistici presso le strutture ospedaliere, pubbliche e private, saranno contattati da tali strutture per la programmazione dell’appuntamento per la somministrazione del vaccino.

 

Dal 2 aprile i cittadini di età compresa tra i 79 e i 75 anni possono prenotare il loro appuntamento per la vaccinazione attraverso la piattaforma dedicata prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it

 

Dall'8 aprile la campagna di vaccinazione è estesa anche ai cittadini appartenenti alla fascia di età 74 - 70 anni.

 

Dal 9 aprile anche i cittadini in condizioni di "estrema vulnerabilità" e le persone con disabilità grave ai sensi della L. 104/92, art. 3 comma 3, non seguite da un centro di riferimento specialistico, possono prenotare l’appuntamento per la vaccinazione anti Covid-19. Per sapere se si rientra nella categoria delle persone estremamente vulnerabili, consultare la tabella 1 delle “Raccomandazioni ad interim sui gruppi target della vaccinazione anti-SARS-CoV-2/COVID-19" del Ministero della salute.

 

A partire dal 19 aprile possono accedere alla piattaforma anche i cittadini appartenenti alla fascia di età 69 - 65 anni.

 

Dal 22 aprile la campagna vaccinale sarà aperta anche i cittadini appartenenti alla fascia di età 64 - 60 anni.

 

Con Ordinanza n. 6 del 9 aprile 2021, il Commissario straordinario Figliuolo ha stabilito che le vaccinazioni anti Covid-19 dovranno seguire il seguente ordine di priorità:

− cittadini over 80;

− persone con elevata fragilità e, se previsto dalle “Raccomandazioni ad interim sui gruppi target della vaccinazione anti-SARS-CoV-2/COVID-19 del 10 marzo 2021”, i loro familiari conviventi, caregiver, genitori/tutori/affidatari;

− persone di età compresa tra i 70 e i 79 anni e, in seguito, quelle di età compresa tra i 60 e i 69 anni, cui verrà somministrato prevalentemente il vaccino Vaxzevria (AstraZeneca), come raccomandato dal Ministero della salute.

 

Con circolare del 7 aprile 2021, ad oggetto “Vaccino Vaxzevria (precedentemente denominato COVID-19 Vaccine AstraZeneca) - Aggiornamento raccomandazioni”, il Ministero ha infatti aggiornato le precedenti indicazioni sull’utilizzo del vaccino, raccomandandone l’uso preferenziale nei soggetti di età superiore ai 60 anni. Nella stessa circolare viene inoltre consentito l’utilizzo del vaccino Vaxzevria nei soggetti che hanno già ricevuto la prima dose di vaccino Astrazeneca. Le persone che hanno già ricevuto una prima dose, pertanto, potranno completare il ciclo vaccinale con il medesimo vaccino.

Nel rispetto delle indicazioni fornite dal Commissario straordinario e dal Ministero della salute, la campagna vaccinale proseguirà sulla base delle priorità previste dal Piano Nazionale e secondo le fasce di età indicata nelle Raccomandazioni ministeriali.

 

A partire dal 28 aprile anche i cittadini con esenzione per patologia di età compresa tra i 50 e i 59 anni possono accedere alla piattaforma di prenotazione e, dalle ore 18 dell' 1 maggio, la campagna è estesa anche ai soggetti con patologia di età compresa tra i 16 e i 49 anni.

 

Dal 5 maggio gli esercenti le professioni sanitarie, gli operatori sanitari e socioassistenziali, come previsto dall’art. 4 DL n. 44 del 1° aprile 2021, possono prenotare il vaccino attraverso il portale dedicato, anche prima di ricevere l’invito formale da parte dell’ATS.

 

Dal 10 maggio la piattaforma di prenotazione sarà accessibile anche ai cittadini di età compresa tra i 50 e i 59 anni.

 

 

FASI SUCCESSIVE

 

Il Ministero della salute ha indicato l’ordine di priorità delle categorie di popolazione da vaccinare durante le prime fasi della campagna. Dopo la categoria 1 (persone “estremamente vulnerabili”) e la Categoria 2 (persone di età compresa tra i 70 e i 79 anni) Categoria 3 (persone di età compresa tra i 60 e i 69 anni) sono previste:

  • Categoria 4, persone con meno di 60 anni, ma con altre patologie coesistenti, senza quella connotazione di gravità prevista per le persone estremamente vulnerabili
  • Categoria 5, il resto della popolazione di età inferiore ai 60 anni.

Regione Lombardia ha inoltre approvato i criteri per coinvolgere nella campagna vaccinale anti Covid-19 anche le aziende produttive lombarde. 

 

Per maggiori informazioni, visita la pagina dedicata.

 

Poiché dai dati in possesso della Struttura Commissariale è emerso che le categorie poste in priorità dall’Ordinanza n. 6 del 9 aprile (persone fragili ed appartenenti alle classi di età più esposte e vulnerabili qualora infettate dal virus SARS-CoV-2) non risultano ancora coperte da vaccino in proporzione tale da garantire, ad oggi, la loro messa in sicurezza, la Struttura Commissariale, con nota del 20 aprile, ha raccomandato alle Regioni e alle Province autonome di attenersi puntualmente al dettato dell’ordinanza n. 6, fino ad assicurare la copertura delle categorie in essa indicate, senza estendere - fino a nuove disposizioni - le prenotazioni a soggetti di età inferiore a 60 anni.

 

Il Piano regionale vaccini potrà subire modifiche e integrazioni in base alla disponibilità dei vaccini e all’evoluzione epidemiologica, che potrà portare a identificare particolari categorie a rischio anche in relazione a eventuali focolai epidemici sorti in specifiche aree del territorio.

 

 

VACCINAZIONI PERSONE FRA I 79 E I 50 ANNI 

 

 

 

Se hai un’età compresa tra i 79 e i 60 anni, puoi prenotare il tuo appuntamento online in pochi click scegliendo tra gli appuntamenti disponibili, la prenotazione è semplice e guidata. 

 

Dal 10 maggio potrai prenotare l'appuntamento per la somministrazione del vaccino anche se appartieni alla fascia di età 50-59 anni.

 

Tieni a portata di mano il Numero di Tessera Sanitaria e il Codice Fiscale e vai alla piattaforma e prenota online. 
Scarica la guida informativa.

 

Coloro che rientrano in queste fasce di età, ma non riescono ad accedere alla piattaforma di prenotazione (cittadini con residenza in altra regione ma temporaneamente presenti in Lombardia, con tessera sanitaria scaduta, ecc.), possono contattare il numero verde 800 894545 e chiedere di essere inseriti nelle liste di prenotazione.

 

 

Postamat
Per prenotare non è necessario essere cliente di Poste Italiane, recati presso uno dei tanti sportelli automatici di Poste italiane (Postamat), inserisci la tua tessera sanitaria, il cap di residenza/domicilio e il tuo numero di cellulare.

Portalettere
Il portalettere può effettuare una prenotazione per il Vaccino Anti Covid-19 a tuo nome. Chiedi il suo supporto per eseguire la procedura di prenotazione del vaccino.

Call Center dedicato
Chiama il numero verde 800 894 545

 

 

Vaccinazioni fascia 59-16 anni con esenzione per patologia 

I cittadini di età compresa tra i 59 e i 16 anni, con almeno una esenzione per patologia possono chiedere la somministrazione del vaccino anti Covid-19 attraverso il portale prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it.

 

Fanno parte di questa categoria i cittadini affetti da patologie che possono aumentare il rischio di sviluppare forme gravi di Covid-19, senza quella connotazione di gravità riportata per le persone ad elevata fragilità (categoria 4 delle Raccomandazioni ad interim sui gruppi target della vaccinazione anti SARS-CoV-2/COVID-19).

 

Coloro che rientrano in questa categoria e non riescono ad accedere alla prenotazione, possono utilizzare il pulsante "Richiedi Abilitazione" per procedere alla registrazione e richiedere l’inserimento dei dati. Entro 24/48 ore dalla richiesta di registrazione, si potrà accedere alla piattaforma e procedere con la prenotazione della vaccinazione.

 

Le persone non in grado di spostarsi autonomamente, a causa di certificati impedimenti allo spostamento e quindi impossibilitati a recarsi presso i centri vaccinali territoriali, possono richiedere la somministrazione a domicilio del vaccino anti Covid-19 direttamente sulla piattaforma dedicata, indicando la necessità di essere vaccinati al proprio domicilio.

 

Si ricorda che le dichiarazioni mendaci, la falsità nella formazione degli atti e l'uso di atti falsi comportano l'applicazione delle sanzioni penali previste dal DPR 445/2000.

VACCINAZIONI PERSONE ESTREMAMENTE VULNERABILI 

I cittadini "estremamente vulnerabili", individuati dal Ministero della salute con le "Raccomandazioni ad interim sui gruppi target della vaccinazione anti-SARS-CoV-2/COVID-19", che sono in carico e seguiti dai Centri di riferimento specialistici presso le strutture ospedaliere, pubbliche e private, vengono contattati direttamente da tali strutture per la programmazione dell'appuntamento.

Le prenotazioni sono attualmente in corso.

Pazienti fragili non in carico ad alcuna struttura 

A partire dal 9 aprile i pazienti in condizioni di estrema vulnerabilità non in carico ad una struttura ospedaliera potranno prenotare la vaccinazione anti-covid19 sulla piattaforma online dedicata .

Per sapere se si rientra tra le categorie prioritarie è consigliabile rivolgersi al proprio medico di medicina generale

Le persone non in grado di spostarsi autonomamente, a causa di certificati impedimenti allo spostamento e quindi impossibilitati a recarsi presso i centri vaccinali territoriali possono prenotare la vaccinazione direttamente sulla piattaforma online dedicata, indicando la necessità di essere vaccinati al proprio domicilio.

    Disabili gravi – Legge 104 art. 3 comma 3 

    A partire dal 9 aprile le persone con disabilità grave, ai sensi della L.104/92, art. 3, comma 3, potranno prenotare la vaccinazione anti-covid19 sulla piattaforma online dedicata.

    Appartiene a questa categoria chi è in possesso di un verbale di accertamento dello stato di handicap dal quale risulti il riconoscimento della gravità ai sensi dell'art.3 comma 3 della legge 104 .

    Le persone non in grado di spostarsi autonomamente, a causa di certificati impedimenti allo spostamento e quindi impossibilitati a recarsi presso i centri vaccinali territoriali possono prenotare la vaccinazione direttamente sulla piattaforma online dedicata, indicando la necessità di essere vaccinati al proprio domicilio.

      Caregivers 

      I caregiver e i familiari conviventi delle persone con grave disabilità potranno prenotare la vaccinazione contestualmente alla prenotazione del soggetto disabile, attraverso la piattaforma dedicata. Sarà possibile indicare fino a 3 caregivers e/o familiari conviventi, che dovranno presentarsi al Centro vaccinale muniti di apposita autocertificazione (vedi il modulo allegato).

      I conviventi dei pazienti estremamente vulnerabili (limitatamente alle situazioni per le quali le Raccomandazioni Ministeriali prevedono la vaccinazione anche per loro – vedi tabella 1 delle Raccomandazioni e allegato "Caregiver disabili ed estremamente vulnerabili"), che accompagneranno all’appuntamento il soggetto da vaccinare, potranno essere vaccinati contestualmente, previa presentazione, al momento dell'accoglienza al Centro, di apposita autocertificazione (vedi il modulo allegato).

      Dal 16 aprile 2021 sarà consentito ai soggetti disabili gravi già vaccinati o non vaccinabili per età, di accedere al portale per effettuare la prenotazione dei propri caregiver/familiari conviventi.

      I centri specialistici devono offrire la vaccinazione ai familiari conviventi delle persone estremamente vulnerabili (per le aree di patologie in cui è prevista tale opportunità) e ai familiari conviventi dei soggetti di età inferiore a 16 anni per tutte le aree di patologia della tabella 1 delle Raccomandazioni ministeriali.

      Per segnalare particolari situazioni o avere maggiori informazioni è possibile rivolgersi al Vax Manager territoriale.

       

      Vaccinazioni operatori sanitari ai sensi del DL 44/2021 

      Come previsto dall’art. 4 DL 44 del 1° aprile 2021, Misure urgenti per il contenimento dell'epidemia da COVID-19, in materia di vaccinazioni anti SARS-CoV-2, di giustizia e di concorsi pubblici, al fine di tutelare la salute pubblica e mantenere adeguate condizioni di sicurezza nell'erogazione delle prestazioni di cura e assistenza, gli esercenti le professioni sanitarie e gli operatori di interesse sanitario che svolgono la loro attività nelle strutture sanitarie, sociosanitarie e socio-assistenziali, pubbliche e private, nelle farmacie, parafarmacie e negli studi professionali sono obbligati a sottoporsi a vaccinazione gratuita per la prevenzione dell'infezione da SARS-CoV-2.

      La vaccinazione è requisito essenziale per l'esercizio della professione e può essere omessa o differita solo in caso di accertato pericolo per la salute, in relazione a specifiche condizioni cliniche documentate.


      Chi è obbligato a vaccinarsi

      I soggetti obbligati sono:

      gli esercenti le professioni sanitarie (farmacisti, medici chirurghi, odontoiatri, veterinari, biologi, fisici, chimici, psicologi, nonché degli esercenti le professioni sanitarie infermieristiche, ostetriche, tecnico sanitarie, della riabilitazione e della prevenzione);

      gli operatori sanitari e socioassistenziali (a titolo esemplificativo massofisioterapisti, operatori socio-sanitari, assistenti di studio odontoiatrico).


      Coloro che appartengono a queste categorie possono chiedere la somministrazione del vaccino anti Covid-19, anche prima di ricevere l’invito formale da parte dell’ATS, attraverso il portale prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it. Sarà necessario inserire il proprio codice fiscale e il numero della tessera sanitaria e, successivamente, cliccare sul pulsante "Richiedi Abilitazione" per registrare i propri dati e richiederne l’inserimento nel sistema.
      Entro 24/48 ore dalla richiesta di registrazione sarà possibile accedere alla piattaforma e procedere con la prenotazione della vaccinazione.

       

       

      VACCINAZIONI PERSONALE DOCENTE E NON DOCENTE 

      Personale delle scuole statali 

      A partire dal 13 aprile 2021 la piattaforma di adesione alla campagna vaccinale per il personale scolastico docente e non docente non sarà più attiva.

      Gli appuntamenti per la somministrazione del vaccino già fissati entro la data di mercoledì 14 aprile 2021 (compreso) non subiranno variazioni o annullamenti.

      Per gli appuntamenti già fissati a partire dalla data di giovedì 15 aprile 2021 verrà inviato un sms di disdetta dell’appuntamento. Questi cittadini potranno prenotare successivamente un nuovo appuntamento – attraverso il portale di prenotazione - sulla base delle priorità previste dal Piano Nazionale e secondo la fascia anagrafica indicata nelle Raccomandazioni ministeriali.

      Coloro che hanno registrato la propria adesione su questa piattaforma a partire da venerdì 9 aprile e che non hanno ancora ricevuto l’sms per la prenotazione di un appuntamento potranno aderire alla vaccinazione, successivamente, sulla base delle priorità previste dal Piano Nazionale e dalle Raccomandazioni ministeriali, nel rispetto dell'Ordinanza del Commissario straordinario per l'emergenza Covid-19.

      Tale Ordinanza stabilisce che le vaccinazioni anti Covid-19 dovranno seguire il seguente ordine di priorità:

      − cittadini over 80;

      − persone con elevata fragilità e, se previsto dalle “Raccomandazioni ad interim sui gruppi target della vaccinazione anti-SARS-CoV-2/COVID-19 del 10 marzo 2021”, i loro familiari conviventi, caregiver, genitori/tutori/affidatari;

      − persone di età compresa tra i 70 e i 79 anni e, successivamente, quelle di età compresa tra i 60 e i 69 anni, cui verrà somministrato prevalentemente il vaccino Vaxzevria (AstraZeneca).

      Il Ministero della Salute, con circolare del 7 aprile 2021, ad oggetto “Vaccino Vaxzevria (precedentemente denominato COVID-19 Vaccine AstraZeneca) - Aggiornamento raccomandazioni”, ha infatti aggiornato le precedenti indicazioni sull’utilizzo del vaccino, raccomandandone l’uso in via preferenziale nei soggetti di età superiore ai 60 anni. La stessa circolare consente l’utilizzo del vaccino Vaxzevria nei soggetti che hanno già ricevuto la prima dose di vaccino Astrazeneca. Le persone che hanno già ricevuto una prima dose, pertanto, potranno completare il ciclo vaccinale con il medesimo vaccino.

      I cittadini che rientrano nelle fasce di priorità previste dalle Raccomandazioni ministeriali possono prenotare la vaccinazione tramite il nuovo portale dedicato prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it

       

        vACCINAZIONI OVER 80 

        I cittadini over 80 che, pur essendosi registrati sul sistema di Aria, non hanno ancora ricevuto l'sms per la convocazione al vaccino, possono segnalarsi secondo le seguenti modalità:

         

        Le vaccinazioni per i cittadini lombardi che hanno più di 80 anni (comprese le persone nate nel 1941) sono in fase di conclusione.

         

        Dal 7 all'11 aprile i cittadini con più di 80 anni che hanno aderito alla campagna vaccinale e non hanno ancora ricevuto l’SMS di conferma dell’appuntamento, si possono presentare presso un centro vaccinale del proprio territorio per l’erogazione del vaccino anti Covid-19. Le richieste verranno soddisfatte in base alle disponibilità dei centri e dei vaccini.

        Per maggiori informazioni consulta il sito dell'ATS di riferimento.

         

        Gli over 80 che non hanno aderito alla campagna vaccinale tramite la piattaforma vaccinazionicovid.servizirl.it nel periodo 18 febbraio - 6 aprile 2021, potranno prenotare il proprio appuntamento per il vaccino attraverso la piattaforma prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it, a partire dal 7 aprile.

           

             

            Pubblicato il 
            Aggiornato il 
            Risultato (224 valutazioni)